Recensione COME UN CIELO SENZA NUVOLE

Readers Bentornati sul mio blog!

La recensione di oggi riguarderà COME UN CIELO SENZA NUVOLE, un romanzo pubblicato per l’appunto proprio oggi. L’autrice con cui ho avuto il piacere di collaborare, è una scrittrice su Wattpad che ha deciso di pubblicare questa storia in self publishing. Grazie a lei ho avuto modo di partecipare al Blog Tour, e non solo, ho potuto anche leggere il libro in anteprima. Se dovessi mai leggere la mia recensione, sappi che ti ringrazio veramente di cuore per tutto.

Vi riposto la sinossi, per darvi un’idea di cosa andrò a trattare:

Cresciuta sotto l’ala protettiva dei nonni nelle floride campagne del Maine, Isabelle Bishop, per tutti semplicemente Belle, con una valigia al seguito e una fotocamera al collo si ritrova nel cuore pulsante di Boston, fuori la porta di casa Evans.
Trasferitasi per inseguire il sogno di conoscere il mondo attraverso l’obiettivo, Isabelle troverà nei coniugi Evans e nei loro figli la famiglia che ha perso a soli cinque anni, ma quando Jace Evans farà ritorno, dopo due anni di reclutamento nell’esercito degli Stati Uniti d’America, le cose non saranno più le stesse.

Schietto e arrogante, Jace farà di tutto per rendere la vita di Belle un vero inferno. Le farà credere di non essere la benvenuta in casa sua e le aprirà gli occhi su una famiglia all’apparenza perfetta. Eppure, sarà proprio Belle a far vedere a lui il mondo con occhi diversi. Sarà lei a scalfire il suo temperamento freddo e distaccato ed entragli sotto pelle, facendogli conoscere quello che cercava da tempo: un cielo senza nuvole.

“Io sarò la nube e tu la luna. Ti coprirò con entrambe le mani, e il nostro tetto sarà il cielo.”

Download recensione in corso…

Questa è la storia di due giovani ragazzi, che in contrasto con il resto del mondo, scopriranno che essere diversi non è un male. Loro sono proprio come due piccole nubi, che man mano cercheranno di congiungersi, sotto un cielo senza nuvole.

Isabelle è una ragazza dolce e piena di vita, sprizza gioia da tutto il suo metro e cinquantasette ed è appassionata di fotografia. Vista la sua piccola abitazione sperduta in una cittadina in campagna, deciderà di frequentare un’università a Boston per raggiungere al meglio i propri obbiettivi, e così da diventare un’eccellente fotografa.

“Era nella mia piccola camera, nella campagna del Maine, che avevo scoperto e inseguito la passione per la fotografia, la stessa che mi aveva portata a chilometri di distanza da casa e dai nonni Wilcott”

Giunta a Boston, la piccola ragazza verrà ospitata dalla famiglia Evans. Abiterà in una casa immersa nel lusso insieme ad alcuni membri di questa numerosa famiglia, tra cui: Jenna, Richard e i due gemelli Sasha e Ethan. Per quanto riguarda gli altri due, Brianne la maggiore è sposata, mentre il secondogenito Jace è un militare, che per via del suo arruolamento, manca da casa da un bel po’ di tempo.

«Dobbiamo aspettare tuo fratello» aggiunse irremovibile.
«Tuo fratello?» chiesi. Non sapevo che sarebbe rientrato oggi. Le uniche informazioni su di lui risalivano al mio arrivo lì, ben due settimane fa. Da quello che mi avevano detto era in missione in non so quale stato dell’America.

I due gemelli strampalati, decidono di portare Isabelle a divertirsi. E tra un punch “corretto” e l’altro, la nostra protagonista si ritroverà leggermente alticcia. Tutto stava filando liscio come l’olio, quando d’un tratto un tizio le va a sbattere contro. Bello, alto e con uno sguardo così ardente da far bruciare qualsiasi cosa vicino a lui, due occhi a cui Isabelle non sarà di certo indifferente. Avranno un incontro molto ravvicinato, ma non proprio dei più normali…

“Ero finita a rimorchiare un ragazzo dallo sguardo ammaliante in una lussuosa toilette… Era sano divertimento. E Boston non era il West Maine, quel ragazzo non l’avrei rivisto mai più in una città così grande.”

Facciamo un passetto indietro. Vi ricordate quanti figli hanno gli Evans? Beh, se due erano con lei, l’altra è sposata… chi manca all’appello? Dopo le ultime parole famose di Belle, il ragazzo che secondo lei non avrebbe mai più rivisto, se lo ritroverà davanti al pranzo di famiglia, perché lo sconosciuto non è nient’altro che il secondogenito degli Evans, Jace.

Come a rallentatore mi girai verso quella voce. Per prima cosa vidi un ciuffo ribelle sulla sua fronte e due occhi neri sbarrarsi. Poi vidi lui.
Non ci potevo credere. Era il ragazzo della festa.
Sputai il succo d’uva in faccia a Ethan, non appena inquadrai per bene il figlio degli Evans. La sua voce mi fece accapponare la pelle e il suo corpo irrigidire i muscoli
.”

Scoperti i loro ruoli all’interno del nucleo famigliare, Jace e Belle quotidianamente inizieranno a battibeccare su qualsiasi cosa. Lui la prende rà in giro chiamandola “contadinella”, per le sue umili origini e lei invece non si tratterrà nel gridargli i numerosi insulti, che sarebbe meglio non riportarvi.

“ La contadinella del West Maine…” pensai immediatamente. Per questo non avevo mai visto la sua faccia prima. Ero stato via da Boston da due anni, ma la cerchia di amici era sempre la stessa, le persone che frequentavamo sempre le stesse.

La convivenza in qualche modo costretta, lentamente li porterà a scoprire altre sfaccettature dei loro caratteri. Inizieranno a passare tanto tempo insieme e verranno a conoscenza di determinati fatti del loro passato che hanno sempre tenuto nascosto. Metteranno a nudo le loro anime, come non erano stati in grado di fare precedentemente con nessuno prima d’ora.

«Sarebbe bello se anche la vita fosse così».
«Così come?».
Si mantenne con le mani tese dietro la schiena e mi guardò, solo per un attimo. «Come un cielo senza nuvole» disse e mi sorrise appena, poi tornò a guardare in alto, «una vita limpida, senza costrizioni e artifizi, senza nuvole soffici che la mascherino e se ne impadroniscano come tanti piccoli guerrieri bianchi».

I mesi passano e durante il suo periodo di permanenza, si renderà conto che gli Evans non sono una famiglia così felice come sembra. Un padre che a stento riesce a sopportare il figlio, un figlio che fa di tutto per disobbedire alle sue regole, una moglie che non sa da che parte stare, e litigi continui che non cesseranno di mancare.

“Volevo trasgredire, per la millesima volta, alle sue regole. Mi aveva imposto di stare lontano da Belle e io avevo fatto l’esatto opposto.”

Ma si sa, la verità verrà sempre a galla perché come dice il proverbio, le bugie hanno le gambe corte.

Quale sarà il segreto che custodisce così gelosamente questa famiglia? Non posso dirvelo io, sapete cosa fare.

La mia recensione non può che essere positiva. A parte qualche errore di battitura, ho trovato tutto ben strutturato e organizzato nei minimi dettagli. La copertina è perfetta, e rende il romanzo davvero unico. Si vede che c’è un’accuratezza nei minimi particolari a cui la scrittrice è stata attenta ed è veramente lodevole. Passiamo alla storia. Jace è un personaggio complesso, non solo ha dovuto affrontare numerose guerre, ma dovrà affrontare una lotta persistente da anni contro il padre. Chi ci ama, cerca in tutti i modi di proteggerci da ogni genere di sofferenza. Invece qui troveremo un padre che impegnerà tutto se stesso per mettere i bastoni tra le ruote nella vita del figlio. E un figlio che non si lascerà sopraffare dalle sue cattiverie. Passiamo ora a Isabelle, il suo personaggio è davvero interessante. Nonostante abbia vissuto insieme ai nonni materni e senza i genitori, è cresciuta con dei sani principi. Le hanno saputo dare tutto l’amore possibile anche non vivendo nel lusso più sfrenato. In alcuni momenti vi sembrerà goffa, ma l’abito non fa il monaco, ricordatevelo. La storia ha vari tasselli, che man mano che procederete con la lettura inizierete a metterli tutti insieme e verrete a scoprire cose che non potete nemmeno immaginare. La scrittura per tutta la durata del libro è scorrevole e ti invoglia ad andare sempre più avanti, fino ad arrivare a quella che sarà la scena cruciale del romanzo. Nulla è lasciato al caso, è un po’ come il puzzle, solo che invece di avere tra le mani dei pezzi di cartone, al loro posto man mano metterete insieme tutte la parole dette all’interno dei dialoghi. Detto ciò termino qui altrimenti non finirò più di scrivere. Colgo l’occasione di ringraziare nuovamente Debora e le faccio un grandissimo in bocca al lupo.

Seguite l’autrice:

Instagram: debs_stories

Facebook: Debora F – Autrice

Wattpad: Gufetta25

In basso vi lascio il link per l’acquisto! Un bacio e alla prossima ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...